LUISS

Justice

M. Clarich – I poteri di impugnativa dell’Agcm ai sensi del nuovo art. 21-bis della l. n. 287/1990

M. Clarich – I poteri di impugnativa dell’Agcm ai sensi del nuovo art. 21-bis della l. n. 287/1990

L’Autorità garante della concorrenza e del mercato è stata legittimata ai sensi dell’articolo 21-bis l. 287/90, introdotto dall’art. 35, comma 1, d.l. 6 dicembre 2011, n. 201 convertito in legge 22 dicembre 2011, n. 214, ad impugnare davanti al giudice amministrativo i provvedimenti e i regolamenti delle pubbliche amministrazioni adottati in violazione delle norme a tutela della concorrenza. La norma attribuisce all’Autorità una legittimazione processuale ex lege sulla cui estensione la dottrina e la giurisprudenza hanno ampiamente dibattuto. L’art. 21-bis si configura, infatti, come uno strumento giurisdizionale a tutela dell’interesse pubblico alla concorrenza a prescindere dalla titolarità della situazione giuridica in capo al soggetto che agisce in giudizio. L’articolo affronta inoltre alcune problematiche di carattere processuale, in particolare: il carattere di impugnabilità del parere-diffida dell’Agcm da parte dell’amministrazione, la configurabilità – nel silenzio della norma – di una pluralità di azioni esperibili da parte dell’Agcm; la fattibilità per l’Autorità di una tutela cautelare ante causam ex art. 61 cpa. La tutela della concorrenza si manifesta, oggi, come un principio cardine dell’ordinamento, tale perlomeno da giustificare un’innovazione così incisiva nella disciplina processualistica. L’interesse pubblico alla concorrenza acquista, pertanto, un ruolo sempre più elevato nella gerarchia degli interessi pubblici nel solco della l. costituzionale n. 3 del 2001 e, in particolare, del riformato art. 117 della Costituzione.

Clarich – I poteri di impugnativa dell’agcm ai sensi del nuovo art. 21 bis della l. n. 287-1990

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.